Il Vizura porta la coppa Daimiloptu a Belgrado


In un Palacarisbo tutto esaurito il Vizura Belgrado ha vinto la finalissima del XV Torneo Daimiloptu – Gioca chi ospita, strappando il titolo alla Virtus Bologna, vincitrice dell’edizione 2016 del torneo e seconda finalista di quest’anno.

Dopo un primo quarto punto a punto, nel secondo quarto Belgrado piazza il break decisivo per le sorti della partita grazie a un Sarenac scatenato. Il pressing a tutto campo dei serbi non lascia scampo alle V nere che soccombono sotto i colpi di Lacmanovic: 25 – 40 a metà della seconda frazione. Un ispirato Radunovic spinge i suoi sul +18 all’intervallo lungo (32 – 50). La forbice si allarga in apertura di terzo quarto: 10 a 2 di parziale e Vizura a + 26 (34 – 60).  La Virtus tenta una flebile reazione arrivando fino a meno -17 ma Vizura non cala di intensità e alla fine chiude la gara vincendo senza patemi.
 

I PREMI

Come ogni anno anche quest’anno si è svolta la gara del tiro da tre punti e in finale ha vinto l’israeliano Peri, numero 21 del Maccabi, che ha sbaragliato la concorrenza con numeri da capogiro (nel quarto di finale ha realizzato 57 punti su 75 a disposizione).
 

Il premio come miglior prospetto è andato al numero 10 di Vizura, Andusic: è già un giocatore determinante ma ha ancora notevoli margini di miglioramento sia fisici che tecnici. Probabilmente arriverà lontano.
 

Il titolo di MVP è andato a Todorovic, il numero 7 di Vizura: nelle 5 partite del torneo è stato quello più costante nonché il leader della squadra di Belgrado.

 
Il premio ospitalità, uno dei più importante considerando lo spirito del torneo, è andato alla compagine di Vignola: ragazzi e genitori erano alla loro prima partecipazione e hanno dimostrato da subito di condividere appieno i valori del Daimiloptu. Da considerare anche la parte logistica: le famiglie dei ragazzi hanno fatto avanti indietro da Vignola a Bologna per tutti i cinque giorni del torneo, non è stata una “passeggiata” eppure lo hanno fatto con un entusiasmo contagioso!

 
Ovviamente il ringraziamento dell’organizzazione va a tutte le famiglie dei ragazzi delle squadre italiane che hanno partecipato al Daimiloptu: senza il loro supporto questo torneo non potrebbe esistere, e ogni anno si dimostrano sempre più disponibili e coinvolte.

 
Infine il premio per il miglior allenatore se lo è aggiudicato Saulius Marciukaitis, coach della squadra lituana del Kaunas.


FINALE 3° - 4° POSTO

Kaunas 68 – Panionios 47
 

Virtus Bologna – Vizura Belgrado 61-89


Virtus Bologna – Vizura Belgrado 61-89

(18-22; 32-50; 48-67)

Virtus: Tinti 2, Lullo 4, Peterson 6, Solaroli 7,  Alberti 3, Orsi 6, Nobili 15, Martini 2, Ruffini, Lolli 3, Bortolani, Guastamacchia 13. All.Largo

Vizura: Maric 3, Radunovic 8, Lacmanovic 18, Todorovic 8, Golijanin, Sarenac 14, Andusic 20, Sekulic 1, Trifkovic 10, Grbovic 7, Simpraga, Radosavljevic, Petrovic. All.Kocic

Arbitri: Moro e Guizzardi

“PalaCarisbo” tutto esaurito per la finalissima della XV edizione del Daimiloptu “gioca chi ospita”. Sarenac si incunea nell’area bianconera e segna il primo canestro della partita, Guastamacchia risponde alla grande, segnando sei punti consecutivi che regalano alla Virtus il primo vantaggio: 6-4. Primo quarto punto a punto, nel quale nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra. Guastamacchia, dalla media, firma il nuovo sorpasso bianconero (16-15), ma Belgrado torna a mettere la testa avanti grazie alla bomba di Andusic (16-18). Il 2/2 ai liberi di Radunovic consente ai serbi di chiudere i primi 10’ sopra di quattro lunghezze: 18-22. Sarenac scatenato in avvio di secondo quarto, trascina i suoi sul 20-26, mentre la schiacciata di Lacmanovic permette ai biancoblu di incrementare il vantaggio: 20-28. Nobili accorcia con un tiro dall’arco (23-28), ma i ragazzi di Kocic capitalizzano al meglio gli attacchi e volano sul +9: 23-32. Il pressing a tutto campo dei serbi non lascia scampo alle V nere, che soccombono sotto i colpi di Lacmanovic: 25-40 a metà della seconda frazione. Un ispirato Radunovic spinge i suoi sul +18 all’intervallo lungo: 32-50. La forbice si allarga in apertura di terzo quarto: 10-2 di parziale e Vizura a +26 (34-60). Il gioco da quattro punti di Nobili risveglia le V nere che, approfittando dell’abulia offensiva dei serbi, rosicchiano qualche punto e si riportano, con la schiacciata di Guastamacchia, a -17: 45-62. Alla terza sirena Virtus sotto di diciannove: 48-67. La partita si infiamma, dopo il fallo antisportivo fischiato a Radunovic, con le V nere che provano a riavvicinarsi con Solaroli, ma la bomba di Lacmanovic condanna le V nere al nuovo -19: 51-70. Il Vizura domina il finale di gara, toccando anche le trentadue lunghezze di vantaggio (57-89), e festeggia con largo anticipo la vittoria della XV edizione del Daimiloptu: Virtus sconfitta 61-89.

Giovanni Poggi

Finale 3° posto: Aisciai Kaunas – Panionios 68-47


Aisciai Kaunas – Panionios 68-47

(16-17; 27-29;49-40)

Kaunas: Jukna 3, Kersevicius 8, Tauperis 2,  Montvila 12, Mulvinskas 9, Stenionis 20,  Aleksonis 2,  Sirtautas, Vizgiroas, Frulikas 1, Aleknavicius 11, Valatis. All.Marciukaitis

Panionios: Makris, Nurtstellari, Papakostantinou 7,  Skordos 12,  Karaoglanis 2,  Koustis 6, Zefi, Kokorellis 4, Dimitrakopoulos 2, Palikaras, Tolias 10, Androutsopoulos, Koumantaros, Nanos 4. All.Kamariotis

Arbitri: Molinari, Rossi

Inizio di marca Panionios (2-7), trascinato dai canestri di Skordos e Tolias. I greci allungano a +8 (3-11) con il lay-up di Nanos, ma due bombe consecutive di Stenionis permettono al Kaunas di dimezzare lo svantaggio: 9-13. Mulvinskas si iscrive al “festival delle triple” e riporta i lituani a contatto (12-15), poi Aleksonis ricuce definitivamente lo strappo siglando il -1 a fine primo quarto: 16-17. Montvila dalla media risponde ai quattro punti filati di Koustis (22-23).  Leknavicius impatta dalla lunetta a quota 27 e  Skordos, in penetrazione, chiude il primo tempo in favore del Panionios: 27-29. Al rientro dall’intervallo lungo, le triple di Aleknavicius e Mulvinskas regalano il primo vantaggio a Kaunas: 33-31. Aleknavicius, su assist di Stenionis, appoggia al vetro il +5 (31-36) e con i liberi realizzati da Tauperis, i lituani toccano le sette lunghezze di vantaggio: 31-38. I greci si rifanno sotto guidati da Nanos (36-38), ma vengono travolti da le triple di Jukna, Mulvinskas e Stenionis. Alla terza sirena, Kaunas avanti di nove: 40-49. Kokorellis e Tolias mantengono vive le speranze dei rossoblu (49-45). Aleknavicius e  Kersevicius, formidabili dall’arco, fanno volare i lituani sul +9 (54-45), costringendo coach Kamariotis a chiamare time-out. Il Panionios crolla, ormai privo di energie, e i biancoverdi dilagano, a suon di triple. Finisce 68-47 in favore di Kaunas, che si assicura il terzo posto finale.

Giovanni Poggi

 

3 Point Contest 2017 - FINAL

3-point CONTEST RANKING 2017

Maor - Maccabi 48

Giglioli - Bsl 42

Perry - Maccabi 39

Lolli - Virtus 39

Sirtautas - Kaunas 39

Bacarevic - Kragujevac 39

Nobili – Virtus 39

Todorovic - Vizura 36

Programma Lunedì 1 Maggio

Palacarisbo 16.30 Finalissima: VIRTUS BOLOGNA - VIZURA BEOGRAD
Palacarisbo 14 Kaunas - Panionios

Alutto   12 BSL - Kragujevac
Furla    10 Fortitudo -Rijeka
Furla    12 Ankara - Pontevecchio
Palacarisbo    10 Masi -Caplijna
Palacarisbo    12 Vignola -Calderara

Virtus - Panionios 60 - 55

Virtus – Panionios 60-55
Guastamacchia super in avvio con nove punti segnati, Virtus a +5 (11-6) e coach Kamariotis costretto a chiamare time-out. I greci litigano col ferro e le bombe di Lolli prima, e Nobili poi, spingono le V nere a più undici: 17-6. Il Panionos accorcia con i liberi messi a segno da Tolias e Skordos e chiude il primo quarto sotto di soli due possessi: 17-11. Un ispirato Nobili piazza la bomba del 20-13 e Guastamacchia, dalla lunetta, firma il + 9 (22-13). Kokorellis e Koustis guidano i compagni verso la rimonta e, grazie ad un break di 10-0, i greci allungano sui bianconeri: 22-24. Lullo pareggia dalla media, ma è Karaoglanis dall’angolo a regalare il massimo vantaggio ai rossoblu: 24-30 all’intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi i greci provano a scappare, toccando la doppia cifra di vantaggio (27-37),  trascinati dai canestri di Nanos e Karagolanis. Due bombe consecutive di un sontuoso Solaroli consentono alle V nere di restare a stretto contatto con gli avversari: 35-37. Aumenta l’intensità e le due squadre danno vita ad un match ricco di emozioni. Tolias, risponde al canestro di Orsi, e appoggia al vetro il 39-43 di fine terzo quarto. Nell’ultima frazione, il siluro di Solaroli e il gioco da tre punti di Alberti valgono il sorpasso bianconero: 45-43. Tolias, inarrestabile, lancia il Panionios sul +3 (47-50), ma la Virtus torna a mettere la testa avanti con il tiro da sotto di Guastamacchia: 51-50. Le V nere raggiungono il +6 (56-50) guidati da Lolli. La bomba centrale di Kokorellis riporta i greci sotto di uno, a novanta secondi dalla fine: 56-55. Ultimo minuto al cardiopalma. Orsi in penetrazione firma il +3 Virtus (58-55), Kokorellis fallisce il canestro del pareggio e Lullo, dalla lunetta, realizza i liberi della staffa. Al “PalaCarisbo” finisce 60-55 in favore dei bianconeri.
Virtus – Panionios 60-55
(17-11;24-30;39-43)
Virtus: Lullo 4, Peterson 4,  Solaroli 10, Alberti 3, Dalla, Orsi 8, Nobili 6, Martini, Ruffini, Lolli 6, Guastamacchia 19. All.Largo
Panionios: Makris, Papakostantinou 1, Skodros 11, Karaoglanis 9, Koustis 8, Kokorellis 6, Dimitrakopoulos, Paikaras, Tolias 14, Androutsopoulos, Koumantaros, Zefi, Nanos 6. All.Kamariotis
Arbitri: Moro e Tugnoli
Giovanni Poggi

Vizura - Kaunas 78 - 72

Vizura Beograd
Matic,  Radunovic, Lacmanovic 8, Todorovic 11, Todorovic 15, Golijanin, Sarenac 10, Andusic 8, Sekulic, Trifkovic 12, Grbovic 14, Simpraga,  Radosavljevic.
Asciai Kaunas
Jukna 3, Kersevicius 6, Tauperis 8, Montvila 8, Mulvinskas 18, Stenionis 23, Aleksonis, Sirtautas, Vizgirdas 2, Krulikas 2, Aleknavicius 2, Valais.

Ankara - Vignola 58 - 56

Ankara
Gunseren 8, ungan, ademoviz, kose 32, senturk 18, arioz, aktan, sofromievski

Colombini 5, de falco, altomare 9, igbe 6, bellucci 2, miani 14, barbieri 3, di nuzzo, bussoli 2, trenti, smerieri 10, cani 5.

Bsl 66 Masi 42

Bsl
Betti 9, Omicini 5,  Deluca, Muzi, Domenichelli 16, Chebbi 6, Rosa, Giglioli 14, Ghedini 9, Meluzzi 5, Magnani 2. All. Rocca
Masi
Moro 4, Fiordalisi 9, Di Bitonto 2, Cassanelli, Tosatti 6, Pedretti, Maccaferri 17, Pedrieri, Bertuzzi, Samoggia 2, Tomba 2. All. Forni

Monte San Pietro 62 - Kragujevac 82

Sumadija Kragujevac
Simic 2, milojevic, stanisic 7, bacarevic, glisovic 23, miletic, sorak 19, knezevic 17, vukovic, klindic, cvijic, djorovic 8, vasiljevic 6, miloradovic.
Monte san pietro
Grazia 2, rossi 2, antonucci 2, bergonzoni 6, d'atri, cumoli, espa, baroncini 17, errera 6, zanetti , di pace 16, vitali, bernardini 5, chillo 4

Virtus Bologna – Maccabi Tel Aviv 77-61

Virtus Bologna – Maccabi Tel Aviv 77-61
(22-13;45-29;59-41)
Virtus: Tint, Lullo 2, Peterson 2, Solaroli 6, Dalla 3, Orsi 14, Nobili 6, Lolli 4, Bortolani  6, Guastamacchia 20    Martini 4, Ruffini 10. All.Largo
Maccabi: Zahavan 6, Sanar 22, Tamir 2, Elmaliach 1, Ojzeri 4, Maor 5, Virnik 1, Moskovitch 2, Israel, Perry 6,   Kushmirak, Gadot  12. All.Maizuk
Arbitri: Tomaselli e Simoni
Avvio travolgente del Maccabi, che si porta subito sulle sei lunghezze di vantaggio (2-8), trascinata dai canestri di Sanar. La Virtus, dopo un inizio di gara sofferto, prima accorcia con Bortolani, poi impatta grazie alla schiacciata di Guastamacchia (8-8). Bortolani infila la bomba del +5 (13-8) e Ruffini, in contropiede, incrementa il vantaggio delle V nere: 16-8. Perry toglie il “tappo” dal canestro e gli israeliani acquisiscono maggiore fiducia al tiro, la Virtus però è cinica e chiude il primo quarto in crescendo: 22-13. I bianconeri scavano il solco nel corso della seconda frazione: la tripla di Guastamacchia e il canestro in penetrazione di Solaroli fanno volare i bianconeri sul +14 (27-13). Il Maccabi accorcia con Gadot, che realizza un gioco da 3 punti e riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio (29-20). I bolognesi sono micidiali dall’arco e due siluri di Dalla e Solaroli consentono alle V nere di andare all’intervallo lungo avanti di sedici: 45-29. Nel terzo quarto i ragazzi di Maizuk provano a ricucire lo strappo con un mini-break di 4-0, firmato dalla coppia Maor-Ozjeri. I bianconeri rispondono con un 2+1 di Guastamacchia e una bomba di Orsi e fuggono così sul +17 (52-35). Un immenso Sanar mantiene vive le speranze dei suoi il Maccabi riducendo lo svantaggio a 13 punti, ma la Virtus capitalizza al meglio un fallo tecnico, fischiato alla panchina gialloblu, e termina il terzo periodo sopra di diciotto: 59-41. Nell’ultimo quarto il Maccabi si aggrappa a Sanar per tentare di restare in partita, ma le due triple consecutive di Bortolani e Lolli mettono in ginocchio gli israeliani. Finisce 77-61 in favore della Virtus.

Giovanni Poggi

CALENDARIO PARTITE DOMENICA 30 APRILE

Furla 12 Bsl - Masi
Furla 14 Ankara - Vignola
Furla 16 Maccabi - Fortitudo

Palacarisbo 12 Montesanpietro - Kragujevac
Palacarisbo 14 Pontevecchio - Rijeka 
Palacarisbo 16 Calderara - Caplijna
Palacarisbo 18 Vizura - Kaunas
Palacarisbo 20.30 (rettificato) Virtus - Panionios

Kvarner Rjieka 69 - 58 BSL San Lazzaro

Panionios 69 - 58 Fortitudo Academy

Vizura Belgrado 107 - 60 Polisportiva Masi

Maccabi Tel Aviv 105 - 21 Capljina Lasta

Monte San Pietro 88 - 72 Rjieke

Nel serale di Monte san Pietro, la squadra di casa regola i croati di Rijeke con il punteggio di 88 a 72. Partita molto intensa, giocata a ritmi alti da tutte e due le squadre ma controllata sempre da monte san pietro.

MSP: Bianchi 5, Rossi 16, Grazia, Antonucci 2, Bergonzoni 12, D'Atri 2, Cumoli, Espa 2, Baroncini 12, Errera 11, Zanetti 2, Di Pace 3, Vitali 2, Bernardini 4, Chillo 15

Rijeke: Kucic 19, Frkovic 8, Sablic 5, Jacovac 2, Grbavac 7, Obradovic, Bacac 7, Jurkovic 4,  Gasparac 2, Baic 3, Kostic, Vularevic 13

Fortitudo Academy 65 - 40 Ankara Karsiyaka

I biancoblu mettono le cose in chiaro sin dalle prime battute e, con un break firmato dalla coppia Tognoni-Brunetti, volano sul 10-0, costringendo al time-out coach Senturk. Ma al rientro le cose non cambiano, la Effe dilaga e Tognoni, su rimbalzo in attacco, firma il canestro del 15-0. I turchi trovano i primi due punti della loro partita, sul finire di primo quarto, grazie a un 2/2 dalla lunetta di Senturk, cui segue una penetrazione di Ungar che porta il punteggio sul 21-4 al termine dei primi 10’. Nella seconda frazione Kose si accende e segna quattro punti consecutivi, Ankara alza il muro difensivo e limita con efficacia le scorribande offensive dei biancoblu. La Fortitudo non segna e i ragazzi di Senturk ne approfittano: Kose da oltre l’arco sigla il -12 (28-16). Branchini pone fine al digiuno offensivo dei bolognesi e sigla la bomba del 33-17, che manda le due squadre negli spogliatoi. Dopo l’intervallo lungo Kose prova a riavvicinare i suoi, firmando in contropiede il -14 (33-19), ma Rossi, dall’angolo, regala il nuovo +20 ai suoi: 39-19. La Effe prende il largo e raggiunge le 23 lunghezze di vantaggio (42-19). I turchi non mollano e, trascinati da uno strepitoso Kose, provano a ricucire lo strappo portandosi sul -16 (46-30). Ma la bomba di Palmonari ricaccia indietro i turchi: 49-32 a fine terzo quarto. Il play Fortitudino si ripete all’inizio dell’ultima frazione e i ragazzi di Loperfido tornano a +20 (52-32). Nel finale le due triple filate di Mondini fissano il punteggio sul 65-40 in favore dei biancoblu.

TABELLINI:

Fortitudo Academy: Brunetti 11, Palmonari 6, Lenzi, Mazzola, Perrone 2, Mondini 10, Montanari 1, David 6, Tognoni 17, Tornimbeni, Rossi, Branchini 10. All.Loperfido

Ankara Karsiyaka: Gunseren 5, Ungan 6, Ademovic 2, Kose 16, Senturk 7, Arioz 2, Aktan 2, Sofronoieski. All.Senturk
Giovanni Poggi

Maccabi Tel Aviv 88 - 68 Pallacanestro Vignola

Il Maccabi Tel Aviv esordisce al Daimiloptu 2017 con una vittoria: la formazione israeliana al PalaCarisbo ha infatti sconfitto 88-68 la Pallacanestro Vignola trascinata dai 15 punti di Shalev Ozeri e dai 17 di Yanir Godot.


TABELLINI:

Maccabi Tel Aviv: Zehavian 8, Sahar 13, Tamir 6, Elmallah, Ozeri 15, Maor 8, Yuval Virnyk 3, Moskovich 2, Istrael 2, Perry 3, Kushmirak 2 Godot 17.

Pallacanestro Vignola: Colombini 3, De Falco 8, Altomare, Eigbe 4, Bellucci 4, Miani 16, Barbieri, Di Nuzzo 3, Bussoli 2, Trenti 2, Smerieri 6, Cani 4,  Besozzi 9.

Kragujevac Šumadija 61 - 52 Pontevecchio

I serbi del Kragujevac Šumadija si aggiudicano il match giocato alle ore 17.00 alla Palestra Furla battendo 61-52 la Pontevecchio. Decisivo il parziale di 16-8 messo a segno nel quarto finale è determinante per spezzare l'equilibrio che si era creato nelle prime tre frazioni.

TABELLINI:

Kragujevac Šumadija: Simic 9, Milojevic, Stanisic 4, Bacarevic 12, Glisovic 3, Miletic, Sorak 8, Knezevic 16, Vukovic, Klindic, Cvjic, Djorovic 4, Vasiljevic 3, Miloradovic.

Pontevecchio: Righetti, Torresi 2, Casanova 3, Succi 3, Collina 2, Flocco 4, D'Agata 6, Lambertini 2, Antonetti 5, Grotti 9, Neri 11, Nguessu 5

Virtus Bologna 126 - 44 Capljina Lasta



La Virtus Bologna vince 126-44 una partita in cui l'equilibrio dura appena un quarto. Capljina riesce a contenere il distacco sul 20-15  nei primi 10 mi tuo grazie alla precisione al tiro dall'arco del n.9 Bilos. Da lì in poi però comincia un lungo monologo dei bianconeri che grazie alla maggiore intensità prendono il controllo della gara.

TABELLINI: 

Virtus Bologna: Tinti 5, Peterson 6, Solaroli 19, Lullo, Alberti 19, Orsi 6, Nobili 15, Martini 4, Ruffini 6, Lolli 16, Bortolani 7, Guastamacchia 13.

Carolina Lasta: Musulin 2, Bakalab 13, Bilos 11, Kamek Simunovic, Prce 2, Kvesic, Bosnjak 13, Cresic, Malovoz 2

Kaunas Basketball 92 - 48 Polisportiva Masi

Il Kaunas Basket vince il primo match pomeridiano alla palestra Furla sconfiggendo 92-48 la Polisportiva Masi. Partita di fatto già chiusa dopo il primo tempo concluso sul 47-16 per i lituani.

TABELLINI:

Kaunas Basketball: Jukna 16, Kersevicius 5, Tauperis 18, Montvila 13, Mulvinskas 14, Stenionis 11, Aleksonis, Sirtautas 6, Vizgirdas 6, Aleknavicius 3, Valaitis.

Polisportiva Masi: Moro 4, Fiordalisi 1, Di Bitonto, Cassanelli 8, Tosatti 5, Pedretti, Maccaferri 12, Bertuzzi 3, Pedretti, Samoggia 2, Tomba 5, Micco 8.

Vizura Belgrado 89 - 51 Kvarner Rjieka

Facile vittoria per il Vizura Belgrado che nel secondo match della seconda giornata del Daimiloptu 2017 ha sconfitto i croati del Rjieka 89-51.

TABELLINI:

Vizura Belgrado: Maric 3, Radunovic 8, Lacmanovic 11, Todorovic 8, Golijanin 2, Sarenac 13, Andusic 12, Sekulic, Trifkovic 12, Grbovic 9, Simpraga 4, Radosavljevic 6

Kvarner Rjieka 2010: Kukic 12, Frkovic 7, Sabljc 2, Jakovac 2, Grbavac 2, Obradovic, Bacac-Simper 8, Jurkovic 6, Gasparac 1, Baic 3, Kostic 4, Volarevic 4.

Panionios Atene 79 - 35 Ankara Karsiyaka

Nel secondo giorno del Daimiloptu 2017 entrano in gioco anche le squadre estere. I primi a scendere in campo sono stati i turchi dell'Ankara Karsiyaka che sono stati sconfitti 79-35 dai greci del Panionios Atene.

TABELLINI:

Panionios Atene: Makris 5, Nurcellari, Papakostantinou 2, Skordos 13, Karaoglanis 8, Nanos 7, Kokorelis 9, Dimitrakopoulos, Palikaras 2, Tolias 8, Androutsopoulos, Koumantaros 11, Zefi

Ankara Karsiyaka: Gunseren 8, Ungan 4, Ademovic, Kose 4, Senturk, Arioz, Aktan, Sofronievski 1.

Variazione del campo di gioco di due gare

Si comunica che per ragioni organizzative domani Pontevecchio-Kaunas (palla a due alle 19.15) e Polisportiva Masi - Kragujevac (ore 21) saranno disputate alla palestra Deborah Alutto e non al PalaCarisbo come inizialmente previsto.

Monte San Pietro 69 - 51 BSL San Lazzaro

La prima giornata del Daimiloptu 2017 si chiude con il successo del Monte San Pietro di un ottimo Bergonzoni (15 punti) che batte 69-51 la BSL San Lazzaro.

TABELLINI:

Monte San Pietro: Bianchi 2, Di Pace, Rossi 12, Grazia, Antonucci 3, Bergonzoni 15, D'Atri, Cumuli 2, Espa, Baroncini 14, Errera 5, Zanetti 2, Vitali 2.

BSL San Lazzaro: Berti, Omicini 16, Annunziata 1, Domenichelli 15, Chebbi 3, Bergonzoni, Rosa, Gilioli 10, Ghedini 2, Vernoni, Meluzzi 3, Magnani 1.

Virtus Bologna 66 - 36 Scuola Pallacanestro Vignola

La Virtus Bologna parte con il piede giusto e batte la Scuola Pallacanestro Vignola archiviando la pratica già nel primo tempo chiuso sul 37-18. Nel terzo quarto i bianconeri accelerano ulteriormente non lasciando scampo agli avversari e terminando la gara senza affanni.

TABELLINI:

Virtus Bologna: Tinti 3, Lullo 4, Peterson 2, Solaroli 6, Alberti 11, Dalla 2, Orsi 4, Nobili 7, Lolli 10, Bortolani 2, Guastamacchia 11.

Scuola Pallacanestro Vignola: Colombini, De Falco, Altomare 6, Bellucci, Neri 2, Di Nuzzo, Bussoli 2, Trenti 6, Smerieri 5, Cani 7, Besozzi 8, Soli M., Soli F.

Pontevecchio 70 - 56 Polisportiva Masi

La Pontevecchio si aggiudica la seconda gara del Daimiloptu 2017 battendo 70-56 la Polisportiva Masi. Dopo tre quarti molto equilibrati, i canestri di D'Agata e Antonetti hanno scavato il solco decisivo per gli amaranto.

TABELLINI:

Pontevecchio: Righetti, Torresi 8, Casanova 7, Succi 4, Collina, Simoncini 9, Celli, D'Agata 12, Lambertini 6, Antonetti 13, Grotti 6, Neri 5.

Polisportiva Masi: Fiordalisi 2, Cassanelli 4, Tosatti 4, Pedretti, Maccaferri 11, Bertuzzi 2, Trombetta, Magnifico, Samoggia, Tomba 4, Micco 17, Scagliarini 4.

Fortitudo Academy 89 - 37 Calderara

La Fortitudo Academy si aggiudica l'opening game del Daimiloptu 2017 battendo 89-37 Calderara. L'accelerata decisiva i biancoblu l'hanno impressa nel secondo quarto piazzando un parziale di 28-5 che ha segnato in modo definitivo la partita.

TABELLINI:

Fortitudo Academy: Russell Eaton 10, Brunetti 3, Lenzi 11, Mazzola 6, Perrone 5, Venuto 4, Branchini 6, Montanari 4, David 10, Torninbeni 2, Lanzarini 12, Mondini 16.

Calderara: Gigli 10, Maccagnani 5, Averto 2, Paselli 3, Scorzoni 2, Candini, Piana, Parmiggiani, Galatini, Nannetti  2, Tognazzi 11, Baldi.

Presentazione XV Edizione

Ormai quindi anni fa nasceva il Daimiloptu: ovvero nasceva l’idea di portare a Bologna delle squadre giovanili di pallacanestro provenienti dall’ex Jugoslavia per farle incontrare con squadre italiane e creare così un canale privilegiato che collegasse, in nome della pallacanestro, i ragazzi italiani con i ragazzi slavi, creando rapporti di amicizia destinati a durare nel tempo. Quell’idea si è tradotta, in pratica, nell’unico torneo internazionale di pallacanestro giovanile in cui gioca solo chi ospita.

Negli ultimi quattro anni la coppa è stata appannaggio dell’Italia (nel 2013 e nel 2014 ha vinto la BSL, nel 2015 e nel 2016 la Virtus Bologna), ma quest’anno parteciperanno al torneo, per la prima volta, quattro nuove compagini, pronte a dare battaglia per riportare il trofeo Daimiloptu all’estero.

L’ultima vittoria straniera risale al 2012, quando Dragan Bender (ora ai Phoenix Suns) trionfava con la squadra di Spalato assieme a coach Hrvoje Radanovic (che quest’anno torna con la squadra di Kvarner Rijeka). Insieme a Bender giocava anche un giovane Ante Zizic, ora impiegato nelle Top 16 di Eurolega con il Darüşşafaka e 23esima scelta niente meno che dei Boston Celtics.

Sempre nel 2012, anno d’oro per il torneo, con la squadra di Capljina, che torna a Bologna proprio quest’anno, calcava il parquet della Furla Ivica Zubac, oggi protagonista in NBA nei Los Angeles Lakers.

Quest’anno parteciperanno al torneo tre squadre provenienti da tre paesi che mai avevano partecipato al torneo: dalla Lituania la scuola di Aisciai Kaunas, dalla Turchia il Karsiyaka di Ankara, dalla Grecia il Panionios di Atene, allenato dall’ex giocatore di Olympiakos e Benetton Treviso, Iōannīs Kalampokīs.

La quarta new entry del torneo è la compagine del Vizura: dalla Serbia infatti arriverà un pullman che trasporterà la formazione del Sumadjia Kragujevac, storici amici del Daimiloptu,  e gli “squali” di Vizura, una società emergente di Belgrado che sta investendo molto in strutture e in attività del settore giovanile e che porta a Bologna una delle migliori quattro squadre 2002 della Serbia.

Ragazzi serbi, bosniaci, croati, turchi, greci, israeliani, lituani e italiani: tradizioni diverse, religioni diverse, abitudini diverse ma la stessa voglia di giocare a pallacanestro, divertirsi, conoscersi l’un l’altro. Mai come quest’anno, in occasione del Daimilotpu, sotto le due torri hanno sventolato tante bandiere differenti.

Fra i giocatori stranieri da tenere d’occhio, quest’anno si segnalano Vito Kucic e Borna Bacac Simper di Rijeka; Tolias Vasilis e Skordos Aggelos per il Panionios di Atene; Nadav Sahar e Yanir Gadot per il Maccabi (che partecipa per la quarta volta consecutiva al torneo).
 
Quest’anno, inoltre, il torneo diventa ancora più social con l’iniziativa “Take a Selfie Daimiloptu”: tutti i ragazzi partecipanti, ma anche le persone fra il pubblico, sono invitati a farsi un selfie (e anche più di uno) in occasione del torneo e a postare le foto sulla pagina Facebook del Torneo Daimiloptu. Il selfie che otterrà più like si aggiudicherà un premio in stile Daimiloptu.
 
IL TORNEO IN BREVE

Il format del torneo è ormai noto a tutti gli appassionati di basket bolognesi: partecipano 16 formazioni U15, 8 di Bologna e 8 squadre provenienti dal resto d’Europa.

“Passami la palla” è la traduzione dal serbo dell’espressione “daj mi loptu”, in questo semplice concetto è racchiuso tutto lo spirito del torneo che si basa sui valori dell’amicizia e della condivisione.

L’ingrediente fondamentale del torneo è l’ospitalità offerta dalle famiglie dei ragazzi: non ci sono costi di iscrizione, in quanto ogni squadra del bolognese ne ospita una straniera.

La manifestazione, che si svolge con il patrocinio della Federazione Italiana Pallacanestro, del CONI e del Comune di Bologna, è molto cresciuta negli ultimi anni, tanto che attualmente coinvolge circa 50 volontari, 150 famiglie e 300 ragazzi.

Le semifinali e le finali si terranno sul campo del Cierrebi Club, e si attendono più di 2mila spettatori nell’arco dei 5 giorni di torneo.

Dopo la grande partecipazione dello scorso anno da parte di ragazzi e società, anche quest’anno sarà organizzata una pesca: in palio il materiale che ogni squadra partecipante vorrà mettere a disposizione che rappresenti il proprio paese di origine, la propria città o la propria squadra.

In occasione della finale che si svolgerà lunedì 1 maggio alle ore 16.30 al PalaCarisbo, oltre alla premiazione della squadra vincente, verranno premiati il miglior giocatore, il miglior giovane promettente, il miglior allenatore e il miglior arbitro, infine la squadra itaiana che più si è distinta per ospitalità.
 

Le squadre italiane partecipanti

SPV Vignola
Pol. Masi
Fortitudo Academy
UP Calderara
BSL San Lazzaro
Pontevecchio
Virtus Pallacanestro
Polisportiva Monte San Pietro


Le squadre straniere partecipanti

KK Kvarner Rijeka (Croazia)
Maccabi Tel Aviv (Israele)
Lasta Capljina (Bosnia)

KK Vizura Beograd (Serbia)
BC Kaunas Aisciai (Lituania)
KK Ankara Karsiyaka (Turchia)
KK Šumadija Kragujevac (Serbia)
Paniōnios Atene (Grecia)

La storia del torneo

Il torneo è nato nel 2003 da un’idea di Marco Mezzetti, ideatore e organizzatore, insieme alla sezione pallacanestro della società S.G. Fortitudo, per dare ai ragazzi serbi la possibilità di entrare in contatto con la realtà bolognese. L’obiettivo primario della manifestazione è infatti quello di far condividere ai ragazzi non solo l’aspetto sportivo ma anche ogni altro aspetto della convivenza, permettendogli di conoscere mondi, culture e tradizioni diverse dalle proprie. È proprio per questo motivo che al torneo possono partecipare solo società della provincia di Bologna che sono disponibili a ospitare i ragazzi delle formazioni straniere, senza pagare nessuna tassa di iscrizione. Ecco il perché del “gioca chi ospita”, parte integrante del nome del torneo.